Il bullismo. Prima regola: accorgersi anche di chi sta in silenzio

Post qui il link ad una lettera, che sottoscrivo pienamente, di un’insegnante al direttore del quotidiano “Avvenire”, con data 1 ottobre 2016.

Sono molti gli spunti stimolanti. Uno tra tutti: l’importanza, per noi insegnanti, di accorgersi non solo degli alunni vivaci e “rumorosi”, ma anche di chi è troppo taciturno, di chi magari ci permette di fare una lezione in santa pace, ma può celare dietro il suo mutismo un malessere o un disagio profondo.

http://www.avvenire.it/Lettere/Pagine/bullismo-battaglia-sabato-scuola.aspx

sad-boy1